Seven Steps To Know

One: you think I’m cool. I, I think you’re fool. Two: you say “Come with me, beauty!” I, I say “You made a mistake, Snoopy” Three: you try to kiss my lips. I, I try to fall asleep. Four: you think I’m easy. I, I think you’re truly nosy. Five: you say “You’re too strong” […]

Read the rest of Seven Steps To Know

Lei, la collina

Saranno tipo 6/7 anni che non la vedo. Ci ho vissuto per anni, ho trascorso un bel pezzo della mia esistenza e la mia crescita è avvenuta per la maggior parte lì, con lei. Eppure non la vedo da mezza vita. Mi ricordo di qualcuno che mi sussurrò nell’orecchio: “Se non ti piace, allora vattene […]

Read the rest of Lei, la collina

La bellezza

“Sei bellissima, perfetta”. Vorrei non esistesse la parola ‘perfezione’, come non ne esiste il significato. Se pensi ‘perfetto’ pensi in soggettiva, così come se pensi ‘bello’, lo pensi come piace a te. Chi non ha rughe, non ha mai riso e non ha mai pianto. In pratica non ha mai vissuto. Eppure chi non ha […]

Read the rest of La bellezza

In mezzo al Nulla, c’è il Tutto

Una Villa in mezzo al Nulla, può mai salvarti dal Tutto? Certo, io rispondo. E ne sono certa. Ovviamente, si sa, Lei ti salva solo se lo vuoi. Entri lì per sciogliere le catene della Dipendenza e ti ritrovi, alla fine, a dipendere da Lei. Le mie prime Parole una volta varcato il cancello sono […]

Read the rest of In mezzo al Nulla, c’è il Tutto

Amplificatore

Datemi un megafono: con la mia bocca riesco solo a far spegnere un fiammifero. Datemi un megafono: con la mia forza riesco solo a gettare un sasso nell’acqua bassa. Datemi un megafono: con le mie mani riesco solo a cogliere un fiore già appassito. Datemi un megafono: con le mie parole riesco solo a radunare […]

Read the rest of Amplificatore

Say goodbye

Conquer the world by only a word: say goodbye to the past events, tell the future your sadly revenges. Walking by other feet, leading you to another street, they’re blinding your eyes with almost ten thousand lies. You believe in their actions ‘cause they are your infection. Still waiting for nothing to change while the […]

Read the rest of Say goodbye

Una valigia in più

Che io lo voglia o no, sto per fare una valigia. Avrei voluto che fosse una di quelle di cartone, quelle che si usavano un tempo. Tipo quella di quei tizi che se ne andavano in giro per le strade con ai piedi scarponi e lacci fatti di spago, calzini bianchi, pantaloni al polpaccio marroni, […]

Read the rest of Una valigia in più

C’era una volta.

Potrebbe concludersi qui. Nessun protagonista, nessuna principessa rinchiusa in una torre, nessun amore da sognare, nessun …e vissero per sempre felici e contenti. C’era una volta. Non si sa cosa sia. Si sa solo che una volta c’era. Era forse una sensazione. Era forse il cosiddetto sesto senso, padrone dell’istinto. C’era una volta. Me l’hanno […]

Read the rest of C’era una volta.

Un anno

Un anno dalla sua scomparsa. Dalla sua decisione presa in una totale cosciente impulsività. Quella notte me l’ha confessato. I suoi occhi erano decisi a essere pervasi dalla rabbia. Qualsiasi cosa fosse successa, doveva lasciarla libera di uscire. La vedevo muoversi nel buio. Cercare con le mani quel qualcosa da mettere in bocca. E vedevo […]

Read the rest of Un anno

Irsina: Fuori Dal Tempo

Mani incrociate dietro la schiena con le chiavi che tintinnano ad ogni passo, ciondolando giù dal dito indice di una mano. Giacca blu un pò scolorita e pantaloni di lana grigi fanno da scudo al vento abituale gelido di questa collina e il cappello, a coprire i pochi peli bianchi rimasti, cerca di aggrapparsi come […]

Read the rest of Irsina: Fuori Dal Tempo