Nothing more – nothing less

When you feel so strong you feel nothing at all. Someday you’ll turn back to find someone to love back, but the face you’ll face stilll the mirror of your grace. Now I would tell you how to go through: the glass you see is what you can be. Nothing more. Nothing less. The pain […]

Read the rest of Nothing more – nothing less

The feeling you chose to feel

The feeling you chose to feel it comes when you can deal what could you do to save if those you love don’t care? Their veins fill up your fear you should wake up to hear the wind blows on my ears its sound is like my tears Through the glass can see the wine […]

Read the rest of The feeling you chose to feel

Ego

io che faccio promesse io che non le mantengo io che dico “da domani” io che dico “ormai” io che commetto errori io che non ammetto i miei errori io che maledico gli altri io che invidio gli altri io che non voglio stare sola io che allontano tutti io che mangio io che svuoto […]

Read the rest of Ego

Abitudine

Diciamo che non sono più abituata. Preferirei, però, non prendere l’abitudine. Avere abitudini sotterra l’istinto. Quell’amata pulsione viscerale, senza catene, leggera ed energica. Io ho molte abitudini. Alcune anche incomprensibili, perfino per me stessa. Spesso, poi, prendono il sapore della dipendenza. Giramenti di testa, formicolii, vomito e paura. Soprattutto paura. Io ho molte paure. Alcune […]

Read the rest of Abitudine

Something in your eyes

Tutto dipende dagli occhi. La mattina si aprono per vivere e la sera si chiudono per riposare. Gli occhi sono lo specchio dell’anima, il riflesso di ciò che non si vede. Chi ti guarda fisso negli occhi agisce sulla tua timidezza, mettendoti in soggezione. Sguardi di sconosciuti ti preoccupano o ti lusingano. Dagli occhi e […]

Read the rest of Something in your eyes

“Non c’è tempo, non c’è tempo”

Vi è mai capitato di pensare al giorno dopo e sentire l’odore del dopodomani? Mi spiego. Passi le ore a programmare le giornate, eppure quelle ore che trascorri fanno parte comunque di una delle tue giornate. Quindi passi tutti i giorni a programmare le ore per i giorni. Entri in un circolo vizioso per il […]

Read the rest of “Non c’è tempo, non c’è tempo”